Una storia lunga 70 anni

Settant’anni di dedizione al lavoro, alla famiglia e al cliente. Questi i punti cardine della filosofia di L.B.S., l’azienda livornese leader nella vendita di scooter nuovi e usati e nel settore dei ricambi due e quattro ruote.

1951

Gli albori

L’azienda L.B.S. nasce a Livorno il 4 marzo 1951, per mano dei soci fondatori: Fernando Luti, Carlo Bocini e Alberto Santerini. Inizialmente la società si occupava della trasformazione e del commercio di materiale elettrico e meccanico, prima utilizzato a scopo bellico, in ricambi ad uso civile. Fu proprio da un lotto ARAR dismesso dalla base militare di Camp Derby e contenente candele per i motori degli aerei americani, che i tre soci riuscirono a ricavare motori da offrire alla propria clientela. Era il dopoguerra e i soci fondatori fecero della loro inventiva pane per le proprie famiglie e risorsa per il territorio.

La passione per il commercio

Dopo l’abbandono di Santerini nel 1955 i soci rimasti decisero di dedicare la loro passione al commercio delle due ruote, vendendo moto Laverda e Sterzi e ricambi per ogni tipo di motocicli e Vespe. L’azienda divenne così punto di riferimento per la città di Livorno e non solo: nel 1959 Fernando Luti decise di venire incontro alla clientela affezionata proveniente dalla provincia, aprendo una filiale dell’L.B.S. sull’Aurelia, a Rosignano Solvay.

Cavalcando l’onda del boom economico degli anni ’60, l’azienda allargò il proprio business anche al mercato della ricambistica per auto, aprendo un deposito di batterie presso i Bottini dell’Olio (all’epoca in parte di proprietà della famiglia Luti).

Dopo la prematura dipartita del padre Fernando avvenuta nel ’78, Gianluca Luti, appena diplomato ragioniere, iniziò a lavorare a fianco di Carlo Bocini nell’azienda di famiglia. La gavetta gli fu indispensabile per conoscere a pieno la ditta e la realtà cittadina e fu ciò che gli permise di non farsi cogliere impreparato quando Bocini, dopo 33 anni di duro lavoro, si affacciò alla pensione lasciandogli le redini dell’L.B.S.

1959

anni 90

La crescita

Negli anni ’90, sotto l’impulso giovanile e dinamico di Gianluca, l’azienda crebbe specializzandosi nel settore delle due ruote e divenne concessionaria di: MBK, Benelli, Italjet e, successivamente, di Peugeot e Kymco, lasciando alla filiale di Rosignano la ricambistica per auto.

Intorno agli anni 2000 la società decise di modernizzarsi e trasferire i propri fondi commerciali: nel ’97 la filiale di Livorno si trasferisce da via Ginori a piazza della Vittoria 12, dove risiede attualmente, e nel 2003 la filiale di Rosignano lascia i locali di via Aurelia per trasferirsi nella zona industriale “Le Morelline”, avvicinandosi sempre di più alle esigenze della propria clientela.

70 anni di storia

Ancora oggi, nel 70º anniversario della sua fondazione, L.B.S. con le sue due filiali è un punto di riferimento su tutto il territorio livornese. Sempre al passo coi tempi, ha acquisito nuovi marchi nel campo moto come Voge e Lifan, quest’ultimo produttore di veicoli a due ruote elettrici a zero emissioni, per affermare l’impegno dell’azienda nella lotta al cambiamento climatico.

Sono passati tanti anni da quelle candele per aerei e oggi le sfide del mondo sono completamente diverse, ma l’L.B.S. continua a lavorare per mettere a disposizione dei propri clienti la stessa inventiva, passione ed entusiasmo del primo giorno.

2021